Sostenibilità

Reshoring
Marzo 26, 2020
Made in Italy
Ottobre 30, 2020

Crociani: ‘La sostenibilità globale come elemento competitivo, sostanziale e rigenerativo’

 

Per l’industria della moda e del lusso è diventato ormai indispensabile pensare al futuro in maniera sostenibile. La sostenibilità, per come la immagino, è e va considerata non solo come motore trainante per il business ma anche come filosofia e stile di vita. Agire con un’ottica sostenibile è preludio di un senso di responsabilità economica, etica, sociale, legale e filantropica. Il mondo della Moda e del Lusso sta attraversando già da un po’ una rivoluzione sociale, comportamentale, generazionale all’insegna della sostenibilità in un momento rigenerativo globale. Avere un atteggiamento etico e filantropico piuttosto che prettamente capitalistico contribuisce alla creazione di un valore aggiunto strategico, competitivo e sostanziale. Proprio in quest’ottica si può e si deve perseguire il profitto cercando di conciliare gli obblighi economici con le responsabilità sociali.

L’elemento distintivo principe per un’azienda come la nostra che opera nel lusso, è mirare all’obiettivo del brand equity, ovvero del valore del proprio marchio dettato dalla qualità tangibile e dalla notorietà del proprio lavoro nonché dalla fidelizzazione del mercato, sia in termini di marketing sia in termini finanziari. La sostenibilità, nella sua accezione più ampia, è infatti diventato un criterio di scelta dei consumatori dei beni di lusso al pari della qualità, della creatività, della storicità, dell’esclusività, nonché del valore intrinseco dei prodotti. Oltretutto il concetto del lusso presenta molteplici sfaccettature e significati: è manifestazione di un desiderio, di un sogno, di un eccesso ma al contempo oltrepassa le apparenze e racchiude nel suo manifestarsi, valori tangibili e sostenibili in termini di qualità dei prodotti, salvaguardia dell’artigianalità, della cultura, della conservazione delle tradizioni nonché della durabilità nel tempo.

I beni di lusso esistono anche per essere tramandati.

La creatività d’altra parte non solo è libertà d’espressione ma sicuramente anche rispetto sia in termini di heritage culturale e di artigianalità sia in termini di valori socio ambientali. La scelta di puntare sulla massima sostenibilità nel rispetto dell’ambiente, dell’etica sociale, delle leggi, della trasparenza dei processi, della tracciabilità e della sicurezza dei prodotti, comporta costi ed investimenti che rischiano di compromettere le marginalità nel breve termine. Tuttavia sono profondamente convinta che la sfida di mantenere un equilibrio stabile tra gli sforzi richiesti e l’obiettivo della redditività sarà ben ripagata nel medio lungo termine e creerà un valore aggiunto consolidato.

 

Articolo completo: https://www.cuoreeconomico.com/la-sostenibilita-globale-come-elemento-competitivo-sostanziale-e-rigenerativo/